Condizioni generali di fornitura (CGF)

Qui di seguito trovate le Condizioni Generali (CG) o in alternativa potete scaricare qui il pdf.


Le presenti Condizioni generali di fornitura (CGF) puntano ad instaurare regole chiare e sono applicabili a tutte le relazioni fra cliente e PanGas AG con sede a Dagmersellen (di seguito fornitore), in particolare per le forniture di gas, la cessione di serbatoi e contenitori per il trasporto, la fornitura di impianti, apparecchi e macchine e il loro montaggio, la manutenzione, il controllo, la messa in funzione e la sorveglianza a distanza a cura del fornitore. Sono esclusi dal presente ambito di validità gli accordi scritti fra cliente e fornitore che prevedano espressamente una deroga rispetto alla presenti CGF. Gli accordi verbali non hanno alcun effetto giuridico. Le presenti CGF prevalgono sulle eventuali Condizioni generali di fornitura del cliente.

I gas vengono forniti allo stato solido in bombole d'acciaio, incastellature, contenitori criogenici o imballaggi speciali ufficialmente collaudati.

La consegna ad opera del fornitore è da intendersi al domicilio del cliente in un punto centrale, piano e ben accessibile con un mezzo di trasporto, dove devono essere preparate anche tutte le eventuali bombole vuote da ritirare. I costi e i rischi del ritiro delle bombole piene presso il deposito di gas e deltrasporto di quelle vuote ad opera del cliente sono a carico di quest’ultimo.

Senza ordine contrario del cliente, i contenitori restituiti dal cliente vengono ricaricati con lo stesso gas di prima e, alla prossima occasione, spediti allo stesso modo e alla stessa destinazione, ossia approntati per il ritiro presso il fornitore. In caso di mancato ritiro di questi contenitori del cliente entro 8 giorni verrà addebitato un diritto di deposito.

Prima della ricarica, il fornitore è autorizzato a collaudare o riparare conformemente alle norme in vigore i contenitori dei clienti soggetti ad collaudo o a riparazione, e a dotarli delle certificazioni necessarie. I relativi costi e tempi di attesa sono a carico del cliente.

Il cliente è tenuto a rispettare le norme in vigore in materia di manipolazione dei gas tecnici, in particolare le disposizioni della sicurezza sul lavoro, le norme antinfortunistiche e lo stato dell'arte. Il fornitore predispone il materiale informativo necessario che viene messo a disposizione del cliente. Con una firma sulla bolla di consegna il cliente attesta di aver ricevuto il materiale informativo o di esserne già in possesso. Se necessario, all'atto della consegna della merce il cliente sarà avvertito dei particolari pericoli ed istruito sulla corretta manipolazione.

La determinazione del contenuto di gas (indicazione della quantità) avviene secondo le modalità di calcolo tradizionali usate dal fornitore per i serbatoi e i gas in questione. L'indicazione della quantità «m3» è riferita alle seguenti condizioni del gas: 15 °C e 1 bar assoluto. Per l'indicazione della quantità fanno fede in ogni caso gli strumenti di controllo dello stabilimento di ricarica. Eventuali residui contenuti nei serbatoi ritirati non vengono rimborsati.

La carica di gas criogenici nei contenitori criogenici e di ghiaccio secco nei contenitori si intende franco stabilimento di produzione del fornitore ossia franco negozi specializzati del fornitore Gas&More. Eventuali perdite per evaporazione o sublimazione sono a carico del cliente.

Il fornitore è autorizzato a trasferire a un'altra azienda i suoi obblighi di fornitura nei confronti del cliente (fornitura di terzi).

La rivendita dei gas forniti dal fornitore non è ammessa.

Tutti i serbatoi e contenitori per il trasporto che il fornitore mette a disposizione del cliente sono soggetti ad una tariffa di noleggio. La tariffa del noleggio sarà calcolata sulla base delle tariffe correntemente in vigore.

La cessione dei serbatoi e contenitori per il trasporto a terzi e la loro ricarica da parte di terzi non è ammessa. Immediatamente dopo lo svuotamento, il cliente è tenuto a restituire al fornitore a proprie spese e rischio i serbatoi e contenitori per il trasporto, rispettandone gli orari di apertura. La restituzione ha valore legale solamente se accompagnata da una ricevuta scritta.

Il cliente è tenuto a verificare la correttezza del numero di serbatoi e contenitori per il trasporto indicati sulla fattura e sugli estratti conto. Se i numeri effettivi indicati non vengono contestati per iscritto entro 20 giorni, essi sono considerati riconosciuti dal cliente. In nessun caso il cliente ha un diritto di ritenzione dei serbatoi e contenitori per il trasporto.

Il cliente è tenuto ad assicurare la manipolazione a norma dei serbatoi e contenitori per il trasporto ed è responsabile della loro contaminazione interna, derivante ad esempio da un riflusso di altre sostanze. Le valvole delle bombole vuote devono sempre essere chiuse. Nelle bombole deve sempre rimanere una piccola pressione residua del gas. La perdita e il danneggiamento dei serbatoi e contenitori per il trasporto, la pulizia dei contenitori sporchi, la sostituzione di elementi delle bombole non restituiti (p. es. tappi di protezione, ecc.) sono a carico del cliente nella misura dei costi per la pulizia e del loro intero valore di riacquisto.

La fornitura di impianti, apparecchi e macchine avviene a titolo di vendita o di noleggio. La conferma d'ordine scritta del fornitore è determinante ai fini della fornitura. La documentazione di prodotto quali figure, disegni, indicazione dei pesi e delle misure è valida solo approssimativamente a meno che non sia espressamente indicata come vincolante. Il fornitore si riserva il diritto di proprietà e di autore sulla documentazione di prodotto. La documentazione potrà essere resa accessibile a terzi solo previa autorizzazione scritta del fornitore.

La fornitura, eventuale imballaggio compreso, avviene per conto e a rischio del cliente. Gli imballi fatturati non sono né restituibili né rimborsabili.

In caso di vendita, la merce fornita rimane di proprietà del fornitore fino a quando il cliente non avrà adempiuto a tutti i suoi obblighi. Il fornitore è autorizzato a far iscrivere la riserva di proprietà nel apposito registro ufficiale.

In caso di noleggio della merce, il cliente è tenuto a pagare una tariffa di noleggio che corrisponderà alle tariffe in vigore del relativo contratto di noleggio. Alla scadenza del periodo di noleggio, il cliente è tenuto a restituire gli apparecchi immediatamente al fornitore a proprie spese e a proprio rischio, rispettandone gli orari di apertura. La restituzione ha valore legale solamente se accompagnata da una ricevuta scritta. Il fornitore è autorizzato a ritirare gli oggetti noleggiati a spese e a rischio del cliente. Il cliente è pienamente responsabile degli oggetti noleggiati affidatigli. Egli è tenuto ad usarli con cura e per lo scopo previsto e non è autorizzato a cederli a terzi. Una violazione di questi obblighi autorizza il fornitore ad annullare il rapporto di noleggio senza preavviso alcuno.

A meno di accordi a parte, i prezzi di vendita e le tariffe di noleggio insieme a tutte le altre remunerazioni delle prestazioni aggiuntive del fornitore (montaggio, manutenzione, controllo e messa in funzion e) si intendono franco stabilimento, senza imballo e IVA esclusa. Nella misura in cui il fornitore è tenuto all'applicazione dell'IVA sulle proprie prestazioni, il cliente si impegna a pagare in più l'intera aliquota IVA.

Le fatture devono essere pagate senza sconto entro 30 giorni dalla data di fatturazione (data di scadenza), sul conto corrente indicato sul bollettino di versamento. Ogni compensazione a cura del cliente con i propri crediti nei confronti del fornitore è esclusa. Qualora il sollecito non abbia esito, il fornitore può cedere il suo credito a un servizio di incasso.

Se il cliente non adempie, interamente o parzialmente, i propri obblighi di pagamento, tutti gli importi in sospeso dovuti dal cliente al fornitore, a qualsiasi titolo, diventano immediatamente esigibili e il fornitore ne può pretendere il pagamento, sospendendo ulteriori forniture di prodotti e servizi al cliente.

Per il 2° sollecito il fornitore applica spese amministrative pari a CHF 10.– e per il 3° sollecito spese amministrative pari a CHF 20.–. Se ai solleciti non fa seguito il pagamento, gli importi delle fatture possono essere ceduti a una ditta incaricata dell’incasso. In tal caso può essere fatturato in aggiunta un interesse del 5% annuo sull’importo fatturato dovuto a decorrere dalla data della fattura. La ditta incaricata dell’incasso farà valere gli importi in sospeso a proprio nome e per proprio conto.

In caso di ritardo di pagamento del noleggio da parte del cliente, il fornitore è autorizzato a concludere senza preavviso il rapporto di noleggio allo scadere dell'ultima proroga di pagamento di 10 giorni. In questo caso iI cliente è tenuto a restituire al fornitore l'oggetto del noleggio a proprie spese e a proprio rischio, rispettandone gli orari di apertura. La restituzione ha valore legale solamente se accompagnata da una ricevuta scritta.

In caso di violazione intenzionale o per negligenza delle norme contrattuali o di legge a cura del fornitore e conseguente danno fisico o materiale al cliente, il fornitore risponde esclusivamente fino alla doppia somma corrispondente alla remunerazione annua delle sue prestazioni, ferme restando le disposizioni di legge vincolanti. E' espressamente esclusa ogni altra responsabilità del fornitore, in particolare per danni patrimoniali al cliente o a terzi, indipendentemente dalle basi giuridiche.

In caso di ritardo o di mancata consegna, allo scadere di una proroga adeguata concessa al fornitore, il cliente può recedere dal contratto.

In caso di consegne difettose, il cliente è tenuto ad avvisare il fornitore per iscritto quanto prima e comunque entro 5 giorni. Recipienti, contenitori per il trasporto, impianti, apparecchi o macchine difettosi non possono essere utilizzati e devono essere contrassegnati in maniera chiara. Il fornitore è autorizzato in ogni caso a rimpiazzare la fornitura al cliente con merce non difettosa. In caso di denuncia di vizi effettuata tempestivamente e giustificata, il cliente ha diritto a una consegna sostitutiva della merce difettosa (consegna successiva). E' espressamente esclusa ogni altra rivendicazione di garanzia (in particolare con riferimento a risoluzione del contratto, riduzione di valore e risarcimento danni).

I diritti di garanzia e di responsabilità del cliente si estinguono a 24 mesi dalla consegna della merce contrattuale ossia al termine della prestazione di garanzia del fornitore (montaggio, manutenzione, controllo, messa in funzione).

Se le istruzioni di esercizio e/o manutenzione del fornitore non vengono rispettate oppure se vengono apportate modifiche, sostituite parti o utilizzati materiali di consumo non conformi alle specifiche originali e ciò causa un danno o un caso in garanzia, viene meno qualsiasi obbligo di risarcimento o di fornire prestazioni in garanzia. Ciò vale anche nella misura in cui il danno o vizio sia riconducibile a utilizzo, stoccaggio e manovra degli apparecchi non corretti oppure a interventi di terzi o all’apertura degli apparecchi. Scostamenti non sostanziali rispetto alle caratteristiche garantite della merce non generano alcun diritto a prestazioni in garanzia

Eventuali eventi di forza maggiore ed eventi senza concorso di colpa, come ad esempio interruzioni dell'esercizio, del traffico, dei trasporti e di approvvigionamento energetico, scioperi, serrate ecc. esonerano la parte colpita dagli obblighi contrattuali per la durata e l'entità dei suoi effetti. Ciò vale anche nel caso in cui detti eventi si verifichino presso subfornitori o durante un ritardo già in essere. In tal caso il fornitore ha il diritto di prorogare adeguatamente il termine di consegna, senza essere per questo in mora.

Nell'utilizzare i dati dei clienti, il fornitore è obbligato ad attenersi rigorosamente alla legge Svizzera sulla protezione dei dati.

Effettuando l'ordine, il cliente acconsente al trattamento dei dati, in relazione alla solvibilità e al pagamento tramite il fornitore o terzi, ed alla riscossione del credito. Il fornitore può inoltrare i dati dei clienti alle aziende che si siano impegnate a rispettare la legge Svizzera sulla protezione dei dati.

Tutti i rapporti giuridici fra fornitore e cliente sono soggetti al diritto Svizzero con l'esclusione del diritto ONU degli acquisti (diritto d'acquisto viennese).

Foro competente per tutte le controversie fra fornitore e cliente è LUCERNA. Il fornitore invece si riserva anche il diritto di citare in giudizio il cliente presso la corte competente del suo domicilio o presso ogni altro tribunale competente.